giovedì 17 dicembre 2009

Incontri d’affari euro-mediterranei Tech Fruits et Lègumes

La filiera della frutta e degli ortaggi freschi
e trasformati riunisce le due rive del Mediterraneo
Incontri euro-mediterranei di Avignone, 7-8 dicembre 2009

Nei giorni 7 e 8 dicembre 2009 si sono svolti ad Avignone, presso il Centro Congressi del Palazzo dei Papi, gli incontri d’affari euro-mediterranei Tech Fruits et Lègumes , volti a offrire agli operatori del settore l’opportunità di individuare nuove prospettive in tema d’innovazioni tecnologiche e commerciali nella filiera della frutta e degli ortaggi, freschi e trasformati. 
Nel corso delle giornate, Tech Fruits et Lègumes ha proposto alle imprese e agli attori della filiera di sviluppare nuovi accordi di tipo tecnico, scientifico e commerciale. 
A questa prima edizione hanno partecipato un centinaio di delegazioni di aziende, consorzi, centri di ricerca, poli di competitività, agenzie non governative e università provenienti da Algeria (20 delegazioni), Francia (34), Italia (20), Tunisia (7), Marocco (3), Libano (2), Olanda (2), Spagna e Turchia.
L’evento è stato organizzato da: Chambre de Commerce Italienne pour la France de Marseille (CCIFM), Pôle Européen d’Innovation Fruits et Legumes (PEIFL), Chambre de Commerce et d’Industrie de Vaucluse (CCIV) e Med2Europe-Relais Méditerranéen en France du Reseau Entrerprises Europe, in collaborazione con partner della riva sud del Mediterraneo. La Camera di Commercio di Parma, la FEDER, la Région Provence Côte d’Azur, il Départment de Vaucluse e la Communauté de Grand Avignon hanno sostenuto finanziariamente gli incontri euro-mediterranei. Anche l’Unione Europea è stata coinvolta in questa operazione, nel quadro del progetto INVEST In Med. L’organizzazione di un evento così ambizioso è stata accompagnata dalla pubblicazione di un ricco catalogo, attraverso il quale i partecipanti potevano fare una prima conoscenza reciproca da approfondire poi con i colloqui dell’agenda predisposta dagli organizzatori.
Andrea Zanlari, Presidente della Camera di Commercio di Parma, giunto ad Avignone per accompagnare alcune aziende del distretto, si è detto molto soddisfatto per l’organizzazione generale e degli incontri BtoB in particolare, “il workshop è stata un’intuizione interessante – ha affermato - per informarsi sulle novità tecnologiche e dialogare su eventuali collaborazioni. L’intuizione dovrà essere sviluppata nelle prossime edizioni, ma già questa ci ha consentito di imparare a conoscere operatori di una zona, l’Africa Mediterranea, che presenta molte opportunità ma anche della Regione del Vaucluse. Senz’altro segnalerò anche ai vertici camerali italiani l’esperienza acquisita ad Avignone”.

Posta un commento